fbpx
News

#ODI2019: Makers & Designers for Good


Una sessione di microtalk su cinque casi di successo raccontati dai protagonisti.

Migrazioni, interfacce fai-da-te per favorire l’accessibilità, installazioni fisiche per rappresentare dati, data analysis e policymaking, piattaforme di imprenditoria sociale. Ecco le cinque storie di successo che saliranno sul palco durante la prima giornata degli Open Days dell’Innovazione 2019, il 6 marzo a Torino.

Per chi non potrà partecipare, la sessione sarà proposta in live streaming sui nostri canali.

Design for migration: democrazia, design e società

La migrazione è un fenomeno antico quanto l’uomo, che negli ultimi anni si è trovato suo malgrado a dominare discorsi pubblici e politici, arrivando persino a condizionare l’agenda politica Europea, oggetto di strumentalizzazioni politiche e tensioni sociali. Design for migration è una piattaforma che si pone come portatore di un nuovo modo di progettare per la società: un contenitore di buone pratiche su come anche gli artefatti possano essere portatori di un’informazione trasparente, facilitatori di relazioni e di incontri, sostenitori di una accezione assolutamente positiva di diversità.

Matteo Moretti

Matteo Moretti è designer, ricercatore e docente presso la Facoltà di Design e Arte della Libera Università di Bolzano dove ha co-fondato la piattaforma di ricerca sul visual journalism. È tra i 100 ambasciatori del design italiano nel mondo. Speaker per TEDx e Visualized.io, giurato del World Press Photo per la categoria interactive storytelling. I suoi progetti sono stati premiati con il Data Journalism Award (2015) e l’European Design Award (2016 e 2017).

 


 

Click4all: storia del pesciolino di Damasco

Click4all è un ausilio per favorire l’accesso a computer e dispositivi mobili da parte di persone con disabilità motoria e cognitiva complessa, attraverso la costruzione “fai da te” di interfacce personalizzate costruite con materiali poveri. Nel 2015, grazie alla collaborazione con Armadilla Onlus, Click4all viene portato in un centro di riabilitazione di Damasco, dove viene utilizzato da mamme di bambini disabili all’interno di un progetto di riabilitazione su base comunitaria.

Luca Enei

Laureato in Ingegneria, dal 2005 Luca Enei collabora con Fondazione ASPHI Onlus e inizia a occuparsi di ausili informatici per la disabilità. Si occupa di formazione, consulenza e ricerca; negli ultimi anni ha lavorato all’integrazione di tecnologie di digital fabrication e rapid prototyping nelle soluzioni assistive per persone disabili. Nel 2015, insieme al collega Nicola Gencarelli, realizza l’ausilio Click4all che vince il bando Think for Social di Fondazione Vodafone Italia e il contest Make to Care di Sanofi Genzyme.

 


 

Batjo: Installazioni fisiche DIY per raccontare i dati

Nel talk verrà presentato il progetto Batjo, che mira a democratizzare le conoscenze e le tecniche di design necessarie a produrre oggetti fisici per rappresentare dati. Per una comunicazione più inclusiva, condivisa e partecipativa. Come comunicare i dati attraverso installazioni fisiche, replicabili ovunque e realizzate esclusivamente con strumenti e metodologie open source? Quali sono i benefici, per le comunità locali, di avere accesso a tali installazioni nei luoghi pubblici?

Alice Corona

Alice Corona è specializzata nell’elaborazione, visualizzazione e comunicazione dai dati. Il suo metodo di lavoro privilegia l’utilizzo di strumenti open source. 
Dopo un laurea in Storia (Siena) e una in Scienze della Comunicazione e dell’Informazione (Tilburg, Paesi Bassi), dal 2014 lavora nel campo del giornalismo, dei dati e della formazione. Dal 2018 è anche project leader di Batjo, progetto di ricerca e divulgazione sulla fabbricazione digitale e la rappresentazione fisica dei dati.

 


 

Evidence-based policymaking: Tutte le opportunità (e qualche rischio)

L’analisi quantitativa è fondamentale per uscire dalla retorica e analizzare senza pregiudizi la realtà. C’è tuttavia ancora un grande gap tra chi fa ricerca scientifica sul tema e chi parla e interagisce con l’opinione pubblica e i decisori politici giorno per giorno. Per colmarlo c’è bisogno di analisi le più rigorose possibili, ma anche puntuali. I dati dovrebbero informare le decisioni, e le decisioni dovrebbero essere riformabili quando emergono evidenze nuove. Spunti, riflessioni e best practices di un think tanker che fa della data analysis il suo mestiere, e che con la politica e i policymaker ha a che fare tutti i giorni.

Matteo Villa

Matteo Villa è Research Fellow del Programma migrazioni all’Istituto per gli studi di politica internazionale (ISPI) di Milano. Ha un dottorato in politica comparata e nella sua carriera ha fornito expertise su politiche migratorie, politiche macroeconomiche e politiche energetiche, tra gli altri, alla NATO, alla Task Force on Forced Migration del T20, al Parlamento europeo e al Parlamento italiano.

 


 

Open Innovation e piattaforme di servizi per l’imprenditoria innovativa a servizio delle comunità

Cariplo Factory è il polo di Fondazione Cariplo dedicato a progetti di open innovation, CSR e valorizzazione dei giovani talenti. Un motore di idee, luogo di opportunità e contaminazione. Con Fondazione Social Venture Giordano dell’Amore ha disegnato la piattaforma Get it!, piattaforma di facilitazione all’imprenditoria sociale sviluppata nell’ambito del progetto Cariplo Social Innovation. Un interessante strumento dedicato all’incubazione, accelerazione e scalabilità di iniziative di impresa a impatto sociale.

Marco Noseda

Marco Noseda ha un’esperienza pluriennale nello sviluppo strategico e nel supporto alle Startup. Proviene dal settore High-Tech dove si è sempre confrontato con mercati a performance di crescita elevata. Ha collaborato con PoliHub, 2° Incubatore Universitario in Europa, nella gestione di progetti innovativi come BioUpper, la prima piattaforma di training e accelerazione nelle scienza della vita. Ha conseguito un master in Business Administration presso la SDA Bocconi nel 2008 e si è laureato in Biotecnologie Mediche all’Università degli Studi di Milano nel 2006. Marco ama individuare nuove forme e concetti innovativi.

 


 

L’evento Open Days dell’Innovazione è ideato e promosso da Fondazione Cariplo e Compagnia di San Paolo nell’ambito del programma Innovazione per lo sviluppo, in partnership con TechSoup.

L’edizione 2019 è realizzata in collaborazione con il progetto “Digital Transformation per lo Sviluppo Sostenibile. Percorsi formativi sull’uso consapevole delle tecnologie digitali per l’Educazione alla Cittadinanza Globale” (AID 011487) promosso da CISV e cofinanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, con il sostegno di Compagnia di San Paolo.