Intelligenza artificiale per il sociale, formazione

News di luglio: intelligenza artificiale e co-design per il sociale, pregiudizi e migrazioni.


Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter. Ogni mese riceverai nella tua casella di posta idee, risorse e segnalazioni per chi lavora nel mondo dell’innovazione e della cooperazione allo sviluppo. 

🎓 Anteprima: Co-Design for Social Innovation

Dopo la prima sessione che si è tenuta dal 13 al 23 maggio tra Milano e Torino, il corso di formazione gratuita sulla fabbricazione digitale torna per un appuntamento autunnale dedicato a chi opera nel settore della cooperazione internazionale allo sviluppo.
A partire dal 1 settembre, puoi inviare la tua candidatura.

Imparerai metodologie di co-progettazione basate sui bisogni delle persone e come usare le tecnologie open source in ambito fabbricazione digitale e internet of things. Se vuoi scoprire nel dettaglio cosa ti aspetta, leggi questo resoconto sul sito di WeMake: a partire dall’analisi dei bisogni, sono stati realizzati due prototipi di dispositivi – il cestino parlante e Re-Create – per risolvere alcuni problemi di gestione dei rifiuti nelle aree metropolitane.

🔗 Dal 1 settembre, puoi iscriverti qui

🗓️ Quando: 14-24 ottobre

📍 Dove: Milano – Torino

👥 Rivolto a: operatori e progettisti (cooperanti) di ONG, volontari ONG, cittadini delle diaspore, studenti e operatori del non profit

Co-Design for Social Innovation è organizzato da WeMake e Officine Innesto e fa parte del ciclo #FormazioneSviluppo. L’iniziativa #FormazioneSviluppo è sostenuta da Fondazione Cariplo e Compagnia di San Paolo nell’ambito del progetto Innovazione per lo sviluppo. Scopri le altre offerte formative: http://bit.ly/formazionesviluppo

La nostra selezione mensile di link

DIBATTITO 💬

>> Intelligenza Artificiale: il futuro è in Africa. Lo dice un articolo del MIT Technology Review che racconta la crescita del numero di corsi universitari, gruppi di ricercatori ed eventi che ogni anno sono dedicati a machine learning e intelligenza artificiale.

A livello linguistico, l’Africa è il luogo con maggiore diversità della Terra, c’è molto da imparare e su cui fare ricerca.
–Moustapha Cisse, direttore di Google AI Ghana

>> La ricchezza iniqua delle AI – Miguel Luengo-Oroz (United Nations Global Pulse) riflette sul ruolo dell’intelligenza artificiale e su come la ricchezza generata dall’uso dell’intelligenza artificiale debba essere ridistribuita in modo equo.

>> Pregiudizi, democrazia e design – Un approfondimento di Matteo Moretti, pubblicato su Agenda for International Development, affronta il rapporto tra design, bias psicologici e percettivi, democrazia, informazione e migrazioni.

BUONE PRATICHE 💡

>> Le domande per innovare – Jeffrey Phillips sul blog Innovate on Purpose spiega quali sono le domande più importanti quando ci si occupa di innovazione.

❓ Per innovare bisogna invece chiedendosi “Perché?”: avere una chiara idea dei bisogni, permette di trovare strategie coerenti con il nostro obiettivo.

❓ La seconda domanda è quindi: “Come?”. Come soddisfiamo quei bisogni? Come risolviamo il problema?

❓ Solo dopo ci si può chiedere “Cosa?”. Cosa realizziamo? Che prodotto o servizio sviluppiamo?

RISORSE ⚒️

>> Scarica il dossierL’intelligenza artificiale al servizio dell’uomo” a cura di Consoft Sistemi. Si tratta di una guida che parla di intelligenza artificiale, tra machine learning ed equilibri internazionali, ma anche di privacy, cybersecurity e dei pericoli legati ai deepfake. Con un approfondimento dedicato all’intelligenza artificiale per il sociale e per combattere le disuguaglianze.
È il secondo di un ciclo di 4 dossier realizzati nell’ambito del progetto “Digital Transformation per lo Sviluppo Sostenibile“ di ONG 2.0.

BONUS TRACK

📺 La migrazione è un fenomeno antico quanto l’uomo. Matteo Moretti, in occasione degli Open Days dell’Innovazione ha parlato della piattaforma Design for Migration, un contenitore di buone pratiche su come anche gli artefatti possano essere portatori di un’informazione trasparente, facilitatori di relazioni e di incontri, sostenitori di una accezione assolutamente positiva di diversità.