fbpx
Fondazione Opera San Francesco Saverio – Medici con l'Africa CUAMM

Servizi sanitari ospedalieri basati sulle evidenze in Uganda

Una piattaforma di gestione ospedaliera per raccogliere e organizzare i dati clinici e amministrativi presso l'Ospedale San Giovanni XXIII di Aber, in Uganda.

Coopen – Salute e Benessere
Servizi sanitari ospedalieri basati sulle evidenze in Uganda

Scheda progetto

Titolo: Miglioramento della gestione dei servizi sanitari ospedalieri basati sulle evidenze in Uganda

Organizzazione: Fondazione Opera San Francesco Saverio – Medici con l’Africa CUAMM

Altri soggetti coinvolti: Global Auto Systems Limited Uganda; The Innovation Village

Paese di intervento: Uganda (Distretto di Oyam)

Ambito di applicazione: Salute e benessere

Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG):

  • 3 – Salute e benessere

In breve

Spesso le informazioni raccolte negli ospedali con cui Medici con l’Africa CUAMM collabora sono su formato cartaceo ed è noto che questo presenta gravi problemi di imprecisione, dati incompleti, scarsa accessibilità e qualità del dato. Più nello specifico, presso l’Ospedale San Giovanni XXIII di Aber, è attualmente in uso la piattaforma Care2x per la quale non sono più disponibili supporto e aggiornamenti dalla comunità di sviluppatori Care2x originale dal suo rilascio nel 2015. Pertanto l’ospedale non riesce a garantire un flusso di lavoro digitale completo e integrato. Tutto questo si ripercuote sulla qualità dei dati raccolti e sulla carenza di dati aggiornati utili ad una programmazione dei servizi sanitari basata sulle evidenze. Per affrontare i bisogni identificati, il progetto intende supportare la creazione di una piattaforma di gestione ospedaliera che possa raccogliere e organizzare i dati clinici e amministrativi dei pazienti in modo sistematico e strutturato.

Obiettivi

Il progetto si propone di avere il seguente impatto: migliorare l’erogazione dei servizi sanitari presso l’ospedale di Aber attraverso la razionalizzazione della raccolta e dell’organizzazione dei dati clinici dei pazienti, integrando i diversi sistemi di gestione delle informazioni sanitarie.
L’obiettivo specifico è quello di aumentare l’adozione da parte del personale sanitario e amministrativo delle pratiche e strumenti per l’identificazione dei problemi basata sulle evidenze, il processo decisionale sull’assistenza clinica, la pianificazione e la condivisione di informazioni con i partner coinvolti.

Digital Health Uganda (DHU) ha sviluppato NextGenHIMs, una piattaforma modulare di gestione per ospedali con funzionamento sia online sia offline, in grado di integrarsi con le altre piattaforme esistenti (DHIS2, programma di raccolta dati utilizzato dal Ministero della Salute).

Per ottenerne l’implementazione presso l’ospedale di Aber, sono state delineate le seguenti attività:

  • Indagare, analizzare e documentare l’attuale flusso di lavoro clinico e amministrativo presso l’ospedale
  • Sviluppare ed adattare NextGenHIMs alla realtà ospedaliera esistente
  • Implementare e pilotare la soluzione sviluppata presso l’ospedale rinnovando le apparecchiature esistenti
  • Erogare corsi di formazione sull’utilizzo della piattaforma per gli utenti finali
  • Valutare l’usabilità e l’impatto a breve termine sull’attività clinica e amministrativa della soluzione implementata

Azioni

Sulla base delle attività definite in precedenza, il progetto si propone di implementare un Health Information Management System (HMIS) attraverso le seguenti azioni:

  • Valutazione delle attuali capacità dell’ospedale in termini di Information Communication Technology (ICT). Saranno condotte diverse visite ospedaliere (almeno 4) per analizzare il flusso di lavoro clinico e amministrativo. Saranno organizzati studi osservazionali e interazioni con gli utenti finali (operatori sanitari) e l’amministrazione ospedaliera. DHU preparerà un report finale sull’assessment
  • Co-progettazione dei moduli di NextGenHIMs insieme agli utilizzatori, sarà adattato alle tecnologie disponibili e infine testato sia a livello della singola unità sia di sistema. La soluzione sviluppata sarà poi validata e verificata insieme agli utenti finali
  • Durante la fase di implementazione, aggiornamento della rete e installazione delle nuove apparecchiature ICT acquistate per il progetto
  • Organizzazione di corsi di formazione per gli utenti finali per l’utilizzo appropriato ed efficace del sistema e valutazione dell’effettivo utilizzo della piattaforma
  • Valutazione dell’usabilità della soluzione da parte degli utenti finali attraverso uno studio trasversale sulla base del modello UTAUT (Unified Theory of Acceptance and Use of Technology)

Nel corso dell’implementazione, DHU sarà affiancato da Innovation Village, un incubatore di startup e acceleratore d’impresa con sede a Kampala, attraverso specifici programmi, tra cui:

  • Consulenza tecnica su misura per la creazione del business model e l’identificazione del mercato di riferimento
  • Assistenza per l’ottenimento di finanziamenti pubblici e privati
  • Organizzazione di sessioni formative giornaliere e settimanali attraverso un programma di mentoring della durata di 13 settimane
  • Creazione di opportunità di networking con stakeholder nazionali e internazionali

Team

Digital Health Uganda (DHU) è una startup che si occupa di fornire prodotti e servizi digitali attraverso ricerca, sviluppo, implementazione e integrazione di sistemi ICT nel settore sanitario. In particolare, DHU aspira a rivoluzionare il sistema sanitario in Uganda con tecnologie di intelligenza artificiale, Cloud Computing e Blockchain per migliorare il benessere dei pazienti riducendo il costo delle cure. Ad oggi, DHU ha implementato presso il Mbarara Regional Referral Hospital, in collaborazione con USAID e ResilientAfrica Network (RAN), un sistema integrato di gestione delle informazioni oncologiche e, supportati dall’OMS, una piattaforma di gestione integrata delle informazioni sui pazienti affetti da COVID-19. DHU fa parte di Global Auto Systems Ltd, società di consulenza volta ad offrire un’ampia gamma di servizi ICT in numerosi settori privati e pubblici.

The Innovation Village Kampala Limited (TIV) è il principale network di imprenditori digitali in Uganda, che si pone l’obiettivo di supportare startup e piccole e medie imprese ad alto contenuto innovativo. Attraverso il Future Lab Studio (FLS), TIV gestisce programmi che consentono a fondatori di Startup Tech di consolidare la loro idea imprenditoriale e sviluppare un modello di business profittevole e scalabile. Il FLS collabora con professionisti e organizzazioni che supportano gli imprenditori e le start-up ad immaginare nuovi mercati, prodotti e iniziative volte a risolvere complesse sfide locali e globali.

Coopen

Il progetto è stato selezionato a gennaio 2022 nell’ambito del percorso Coopen dedicato alla salute e benessere. Coopen è un percorso partecipativo promosso da Innovazione per lo Sviluppo, programma di Fondazione Cariplo e Fondazione Compagnia di San Paolo con l’obiettivo di favorire l’innovazione nel settore della cooperazione internazionale allo sviluppo. Coopen si avvale del supporto tecnico di Cariplo Factory, Tiresia, JengaLab ed Effecinque.

CUAMM