fbpx
Associazione Internazionale Volontari Laici (LVIA)

Senegal Circolare

SenegApp Circulaire è un'app per raccogliere e mettere in rete le buone pratiche di economia circolare nelle regioni di Dakar e Thiès in Senegal.

Coopen – Economia Circolare
Senegal Circolare

Scheda progetto

Titolo: Senegal Circolare

Organizzazione: Associazione Internazionale Volontari Laici (LVIA)

Altri soggetti coinvolti: Mercato Circolare Srl; I3P

Paese di intervento: Senegal (regioni di Dakar e Thiès)

Ambito di applicazione: Economia circolare

Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG):

  • 1 – Povertà zero
  • 12 – Consumo e produzione responsabile

In breve

Il progetto adatta al contesto locale l’app della startup Mercato Circolare oggi già sperimentata con successo in Italia, promuovendone in una prima fase l’utilizzo da parte di aziende, in particolare nel settore del riciclo. L’intervento è realizzato in Senegal, Paese dove sempre di più società civile, settore privato e politica mostrano sensibilità e attenzione alle tematiche ambientali, con buone pratiche di economia circolare ormai ampiamente diffuse.

Contesto

Tra i Paesi dell’Africa subsahariana, il Senegal è tra quelli che sta avendo una più solida crescita demografica ed economica. Con una popolazione di 15,1 milioni di abitanti nel 2015, di cui il 43,7 % residenti in zone urbane, nel 2030 diventerà, secondo le previsioni, popolato da 22,8 milioni di persone. Anche le previsioni per il PIL vedono una forte crescita futura: nel 2017 l’indice è stato di 7,2 punti e la proiezione è di 11,6 per il 2022, secondo il FMI.

Questa crescita importante vede però, dall’altra parte, una situazione sociale e ambientale critica, con il 30,8% della popolazione che vive in condizioni di severa indigenza (UNDP 2016), con grosse carenze nei servizi di gestione dei rifiuti ed effetti dei cambiamenti climatici che si fanno particolarmente evidenti soprattutto in termini di desertificazione e di innalzamento del livello del mare, e che rendono molto vulnerabili ampie aree del Paese.

In questi ultimi anni, il Senegal si sta comunque caratterizzando, sia a livello di governo che di società civile, per una marcata intraprendenza nell’affrontare le questioni ambientali, come dimostrano i risultati già raggiunti in termini di produzione energetica (più del 50% da fonti rinnovabili), ma anche di iniziative locali portate avanti da associazioni di base e gruppi di attivisti. Infine, la gioventù senegalese è estremamente dinamica e innovativa, e le nuove tecnologie sono ormai diffuse in tutto il Paese anche grazie a una buona copertura internet.

Obiettivi

L’intervento si pone come obiettivo quello d’identificare, promuovere, valorizzare e mettere in rete gli attori e le iniziative locali di economia circolare nelle regioni di Dakar e Thiès in Senegal, in particolare nel settore del riciclo e del riutilizzo dei rifiuti, generando un cambiamento sistemico positivo nella realtà locale. Questo è possibile grazie all’implementazione di azioni che abilitano, in senso “circolare”, sia gli attori/imprenditori più innovativi (i “frontrunners” locali) – che già sperimentano, più o meno consapevolmente, pratiche e modelli di economia circolare – sia la comunità locale tutta, attraverso interventi di empowerment, divulgazione e accrescimento diffuso di consapevolezza sulle possibilità e le sfide poste dall’economia circolare.

Azioni

Il progetto è coordinato dall’ONG LVIA, presente dagli anni ’70 in Senegal e attiva nel settore della valorizzazione dei rifiuti da più di vent’anni, in partenariato con la startup Mercato Circolare, ideatrice dell’app omonima. Nell’ambito del progetto Senegal Circolare, l’app viene adattata al contesto locale e si chiama SenegApp Circulaire.

Il progetto si sviluppa in tre fasi, per una durata di circa 9 mesi in 13 aree urbane delle regioni di Dakar e Thiès:

  • Identificazione e formazione di 13 OSC “sentinella”, ovvero associazioni locali (una per area), già impegnate sui temi ambientali e dell’attivismo civico, a cui viene affidata la mappatura delle iniziative di economia circolare presenti sui territori. LVIA si occupa della loro identificazione durante i primi mesi di progetto (aprile-giugno), mentre la formazione è in carico agli esperti di Mercato Circolare nell’ambito della prima missione in Senegal, prevista a luglio 2021. Parallelamente, tra aprile e giugno, con il supporto dell’incubatore I3P, Mercato Circolare lavora per meglio definire il mercato e le norme legislative in Senegal, nonché il nuovo design dell’app;
  • Mappatura e creazione del database. A partire da agosto, sotto la supervisione di LVIA, le OSC si mobilita seguendo le istruzioni fornite da Mercato Circolare, per intercettare e recensire gli attori e le iniziative di economia circolare. Le informazioni raccolte dalle sentinelle saranno trasmesse a LVIA e a Mercato Circolare che le rielabora per sviluppare il database. Mercato Circolare si occupa di adattare l’app tramite i dati raccolti nella fase di accelerazione e di formazione delle sentinelle. L’app viene tradotta sia lato backend, sia lato frontend per renderla accessibile anche agli sviluppatori senegalesi;
  • Durante l’ultimo mese di progetto, una volta terminata la fase di sperimentazione dell’app SenegApp Circulaire, LVIA e Mercato Circolare organizzano a Dakar un evento per lanciare pubblicamente l’app. L’evento permette di promuovere il lavoro realizzato dalle sentinelle locali, diffondere le buone pratiche di economia circolare degli attori mappati e trovare eventuali sponsor.

Photo credits: Mercato Circolare / LVIA

Coopen

Il progetto è stato selezionato a febbraio 2021 nell’ambito del percorso Coopen dedicato all’economia circolare. Coopen è un percorso partecipativo promosso da Innovazione per lo Sviluppo, programma di Fondazione Cariplo e Fondazione Compagnia di San Paolo con l’obiettivo di favorire l’innovazione nel settore della cooperazione internazionale allo sviluppo. Coopen si avvale del supporto tecnico di Cariplo Factory, Tiresia, JengaLab ed Effecinque.

LVIA