fbpx
Informatici Senza Frontiere

Open Hospital 2022

Un portale web ospedale-paziente per l'accesso a Open Hospital, un software low-tech, gratuito e open source per la gestione di strutture ospedaliere in Africa.

Open Hospital 2022

Scheda progetto

Titolo: Open Hospital 2022. L’Health Information System sul territorio

Organizzazione: Informatici Senza Frontiere Onlus (ISF)

Altri soggetti coinvolti: Intesys S.r.l.

Ambito di applicazione: Salute

Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG):

  • 3 – Salute e benessere
  • 10 – Ridurre le diseguaglianze

In breve

Open Hospital è un software ideato e supportato da Informatici Senza Frontiere Onlus (ISF) dal 2005 per coprire le esigenze di strutture sanitarie piccole/medie in Paesi in via di sviluppo: low-tech, low-cost, usabile anche senza connessione, multilingua, leggero e performante, aperto e integrabile con altri sistemi, facile da usare, gratuito e open source, ma a oggi non accessibile via web. Ha una base attiva di oltre 25 installazioni seguite direttamente in Paesi africani e 100.000 download. Open Hospital 2022 guarda alla centralità del beneficiario finale, ai suoi bisogni essenziali, e risponde al bisogno di monitoraggio sanitario della popolazione e di facile accesso ai dati tramite l’estensione del software, ora dedicato ai soli presidi ospedalieri e ad i loro operatori, tramite la realizzazione di un portale web ospedale-paziente fruibile da pc e smartphone. Migliora il trattamento e la gestione di informazioni sanitarie a tutela degli interessati garantendo privacy e riservatezza.

Obiettivi

Il progetto estende e potenzia l’attività già realizzata in 15 anni con Open Hospital con l’obiettivo di rendere disponibile:

  • alle istituzioni che gestiscono presidi sanitari e ospedalieri un software di tipo Health Information System gratuito, aperto, flessibile e tecnologicamente all’avanguardia, adeguato alle normative di privacy per la gestione dei dati e facilmente integrabile con altre applicazioni, dotato di un sistema di monitoraggio integrato;
  • agli ospedali dove il software è già installato e normalmente utilizzato per la gestione ospedaliera, la possibilità di sperimentare le nuove funzionalità anche nell’ambito di progetti già in corso su tematiche rilevanti, come la sorveglianza epidemiologica, la malnutrizione o le problematiche gestazionali della mamma e del bambino prematuro;
  • ai pazienti la possibilità di consultare i propri dati sanitari e la possibilità di interazione con la struttura sanitaria.

Azioni

ISF dedicherà al progetto un Project Manager (PM) di comprovata esperienza per l’organizzazione e il coordinamento delle attività e coinvolgerà la community di sviluppatori locali che già collaborano con ISF, di volontari e le aziende che offrono staff di sviluppo a ISF in attività CSR – Corporate Social Responsibility, oltre a operatori sanitari già utenti di Open Hospital (questi saranno coinvolti solo ad approvazione del progetto). Opererà dall’Italia per la realizzazione dei deliverables di progetto.

Lo staff di sviluppo si occuperà di:

  • Gestire e monitorare l’andamento del progetto;
  • Progettare i moduli software;
  • Sviluppare un’interfaccia accessibile da web e dispositivi mobili per rendere possibile la fruizione delle informazioni registrate e consentire la raccolta dei dati sul territorio;
  • Adeguare il software a requisiti più stringenti per il trattamento e la gestione di informazioni sanitarie, per tutelare i diritti degli interessati garantendo privacy e riservatezza;
  • Realizzare un’estensione di OH con un sistema di analisi dei dati anonimo a fini di monitoraggio per ricavare opportune metriche su prestazioni erogate, stato del magazzino medicinali, casi epidemiologici, casi malattie non trasmissibili, malnutrizione, problematiche gestazionali, di parto e delle morti premature…;
  • Effettuare test tecnico e funzionale;
  • Realizzare una raccolta puntuale di informazioni sull’utilizzo del software e su metriche di utilizzo nella struttura sanitaria;
  • Realizzare un’azione di assessment su utenti e utilizzatori del sistema al fine di identificare ulteriori aree di miglioramento;
  • Attualizzare il sito www.open-hospital.org e pubblicare il software sulle più note piattaforme di distribuzione di software open-source (Sourceforge, github);
  • Realizzare una campagna social; capitalizzare e diffondere i risultati nei network ISF: ONG 2.0 e Consorzio SPeRA, c/o CUAMM Medici con l’Africa e nei contesti di ospedali africani con cui ISF opera abitualmente.

Team

ISF ha concepito, progettato e sviluppato il software Open Hospital a partire dal 2005. Attualmente può contare su:

  • Un team con esperienza in progetti di collaborazione in Africa dedicata al supporto e sviluppo evolutivo del software;
  • Professionisti del settore ICT che vengono utilizzati secondo necessità sui progetti di evoluzione e installazione di OH, compresi operatori locali;
  • Un pool di volontari con specifiche competenze informatiche che coadiuvano le attività di progettazione delle nuove installazioni nonché alcune attività di formazione;
  • Il contributo di sviluppatori di aziende (Intesys, Avanade Italia) che offrono ore dei propri dipendenti in CSR ed hanno già portato e stanno portando significativi contributi nello sviluppo dell’attuale piattaforma di OH.

ISF metterà a disposizione per il progetto una figura di Project Manager per la gestione e monitoraggio di progetto e una figura senior di sviluppatore software per il coordinamento delle attività tecniche di sviluppo, implementazione e test. Il team comprenderà anche una figura amministrativa per la rendicontazione/monitoraggio, uno sviluppatore web per l’aggiornamento del sito www.open-hospital.org e una figura esperta di comunicazione che seguirà la parte di comunicazione/diffusione a livello nazionale e internazionale.

Call Tecnologie per lo Sviluppo Sostenibile

Il progetto è stato selezionato a dicembre 2021 per la Call Tecnologie per lo Sviluppo Sostenibile.

La Call Tecnologie per lo Sviluppo Sostenibile, promossa da Fondazione Cariplo e Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del programma Innovazione per lo Sviluppo, è dedicata a soluzioni esistenti, concrete, inclusive e sostenibili, con l’obiettivo di potenziarle e/o replicarne l’applicabilità in altri contesti o Paesi.

Informatici Senza Frontiere