fbpx
WeWorld Onlus

Maji-Tech

Un sistema di chioschi a energia solare per la distribuzione di acqua potabile prepagata per famiglie vulnerabili.

Maji-Tech

Scheda progetto

Titolo: MAJI-TECH: Strumenti innovativi per un accesso sostenibile all’acqua

Organizzazione: WeWorld Onlus

Altri soggetti coinvolti: Maji Milele; WeWorld Kenya

Paese di intervento: Kenya (sotto-contea di Merti, nella contea di Isiolo)

Ambito di applicazione: Ambiente e cambiamenti climatici, Economia circolare, Educazione e formazione

Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG):

  • 3 – Salute e benessere
  • 5 – Uguaglianza di genere
  • 6 – Acqua pulita e igiene
  • 10 – Ridurre le diseguaglianze
  • 11 – Città e comunità sostenibili
  • 13 – Agire per il clima

In breve

Il progetto si concentra sull’innovazione dell’accesso all’acqua portando valore aggiunto a un programma di resilienza agli effetti del cambiamento climatico realizzato nella stessa area, la contea di Isiolo, Kenya. Nello specifico, con il supporto tecnico della innovation company Maji Milele (Acqua per Sempre), si installerà un sistema di distribuzione di acqua prepagato ATM collegato a chioschi e pozzo nella sottocontea di Merti. I chioschi presentano aspetti innovativi: accessibilità senza limiti orari 24/7; erogazione tramite Token prepagato, con scelta tra acqua potabile clorata e acqua non trattata per il bestiame; installazione di una piattaforma cloud, connessa tramite un sistema solare, per la raccolta e la gestione in remoto dei dati, utili per un miglioramento dell’efficienza del sistema e la possibilità di pronto intervento nel caso di malfunzionamenti. I chioschi verranno affidati a un’associazione in loco adeguatamente formata, garantendo ownership e sostenibilità.

Obiettivi

L’obiettivo principale del progetto è di aumentare l’accesso all’acqua delle comunità agro-pastorali della sotto-contea di Merti, in Isiolo, Kenya, per favorirne la resilienza ai cambiamenti climatici, attraverso un’innovazione tecnologica applicata all’erogazione dell’acqua. Un accesso all’acqua continuativo ed equo, garantito anche alle famiglie più vulnerabili, diminuirà la presenza di conflitti e migliorerà le condizioni igienico-sanitarie locali, anche nel contenimento della pandemia COVID-19. Tutto ciò avverrà attraverso l’installazione di una tecnologia innovativa, eco-compatibile e funzionale al contesto locale, che permetterà di garantire un servizio più efficiente (riducendo code, sospensione dell’erogazione, etc.), di raccogliere dati utili al fine di una corretta gestione della struttura e delle risorse e per una futura replicabilità del sistema, e di generare un profitto dalla vendita dell’acqua. Questo profitto resterà a disposizione della comunità locale, come risorsa per uno sviluppo comunitario, e sarà gestito dall’associazione degli utenti Water Resources Users Association (WRUA). Inoltre, attraverso un’attività di supporto e formazione continua del comitato locale, verrà garantita una corretta gestione degli impianti e la loro sostenibilità, in modo che la popolazione possa disporre di un servizio efficace ed efficiente che continuerà a funzionare anche una volta terminato il progetto.

Azioni

In seguito a uno studio idrogeologico, verrà identificato il luogo esatto per la perforazione di un pozzo profondo dotato di impianto di pompaggio con sistema solare, a cui si collegheranno due punti di distribuzione attraverso chioschi equipaggiati con struttura ATM per l’erogazione dell’acqua.

I chioschi saranno utilizzabili dai fruitori tramite carte prepagate (token), ricaricabili con i cellulari, presso negozi specifici o direttamente al chiosco. Ogni beneficiario, ricaricando la propria carta, potrà quindi accedere al corrispettivo in litri di acqua potabile a un equo prezzo, o ad acqua non trattata per il proprio bestiame, ad un minor costo.

Il token prepagato sarà fornito gratuitamente alle famiglie più vulnerabili, scelte dall’amministrazione locale (circa il 4%-10% delle famiglie). Questi chioschi, già sperimentati in aree urbane del Paese da fornitori privati, presentano un’importante componente innovativa per le zone rurali a gestione comunitaria, con un forte potenziale di cambiamento per tutte le zone aride del Paese.

Nel progetto proposto, inoltre, la struttura ATM verrà per la prima volta collegata a una piattaforma cloud, per la raccolta di dati sui litri di acqua erogata, sul profitto generato, sul numero di utenti e molto altro. I chioschi saranno dotati di un sistema a energia solare e, in caso di malfunzionamento, la piattaforma invierà una notifica tramite SMS, per un pronto intervento sulla struttura. WeWorld Onlus (WW), con il supporto tecnico della innovation company Maji Milele, formerà e sensibilizzerà per tutto l’anno di progetto l’associazione WRUA e i beneficiari, anche nella raccolta e uso dei dati attraverso la piattaforma cloud.

Si effettuerà infine una survey per valutare l’impatto del progetto nell’area target, l’accettazione da parte della popolazione, il parere degli utenti sul servizio ricevuto e una eventuale scalabilità dell’iniziativa in contesti simili.

Team

Il team sarà composto dal Coordinatore di WeWorld Kenya Foundation a Isiolo, che si avvarrà dell’ingegnere specializzato in WASH, responsabile di pianificare e monitorare le attività, e dell’amministratore incaricato di supervisionare le spese e aggiornare i rapporti mensili sullo stato di avanzamento.

WeWorld Kenya Foundation metterà a disposizione del progetto l’esperienza acquisita in Kenya nella riabilitazione di fonti di acqua (contea di Migori) e nella trivellazione di pozzi (per l’ospedale centrale della contea di Nyamira).

WeWorld Onlus, invece, garantirà l’assistenza tecnica della global WASH expert, risorsa interna con esperienza pluridecennale nel settore che si occupa del supporto all’ideazione, implementazione e supervisione della componente WASH in tutti i paesi di intervento.

La buona riuscita della componente innovativa sarà garantita dal fondatore del fornitore Maji Milele che, dopo aver lavorato per più di un decennio nel settore delle ONG, ha creato questa innovation company con l’intento di offrire una soluzione sostenibile per rendere l’acqua accessibile a tutti.

Infine, la collaborazione con il Ministero dell’Acqua e con il comitato di gestione garantirà il coinvolgimento delle autorità locali e delle comunità (dando valore all’inclusione femminile) in tutte le fasi dell’innovazione tecnologica e infrastrutturale, dall’identificazione dell’area di intervento, alla supervisione dei lavori in itinere, alla consegna delle strutture, al monitoraggio del funzionamento dell’impianto.

Call Tecnologie per lo Sviluppo Sostenibile

Il progetto è stato selezionato a dicembre 2021 per la Call Tecnologie per lo Sviluppo Sostenibile.

La Call Tecnologie per lo Sviluppo Sostenibile, promossa da Fondazione Cariplo e Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del programma Innovazione per lo Sviluppo, è dedicata a soluzioni esistenti, concrete, inclusive e sostenibili, con l’obiettivo di potenziarle e/o replicarne l’applicabilità in altri contesti o Paesi.