fbpx
Cooperazione e Sviluppo

Agricoltura 2.0 per Alito

Un progetto di capacity building destinato all'Alito Training Centre, centro di formazione per l'agri-business in Uganda.

Agricoltura 2.0 per Alito

Scheda progetto

Titolo: Agricoltura 2.0 per Alito

Organizzazione: Cooperazione e Sviluppo

Altri soggetti coinvolti: Lentera Africa

Paese di intervento: Uganda (Alito, Distretto di Kole)

Ambito di applicazione: Alimentazione e Agricoltura Sostenibile

Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG):

  • 12 – Consumo e produzione responsabile

In breve

Il progetto intende promuovere l’agricoltura sostenibile grazie all’utilizzo di nuove tecnologie che permettono una migliore gestione delle risorse, una maggiore produttività e la valorizzazione della filiera agro-alimentare, dalla semina alla vendita. L’intervento interessa l’Alito Training Centre, un centro di formazione in agri-business dove gli agricoltori –  e in modo particolare i giovani – acquisiscono le conoscenze teorico-pratiche per avviare attività di tipo agricolo e zootecnico. Alito si trova nel distretto di Kole, nella regione Lango, ad alto potenziale agricolo. Tra i maggiori problemi riscontrati: il disinteresse dei giovani per l’agricoltura, la scarsa produttività dovuta ai cambiamenti climatici, la difficoltà nella conservazione dei prodotti e nell’inserimento sul mercato: aspetti che il progetto vuole trasformare in opportunità con l’aiuto di Lentera.

Obiettivi

Obiettivo Generale
Contribuire al miglioramento delle condizioni di vita della popolazione della regione del Lango attraverso lo sviluppo rurale sostenibile in risposta ai cambiamenti climatici e in linea con gli OSS 2 (sconfiggere la fame) e 13 (lotta ai cambiamenti climatici) dell’Agenda 2030.

Obiettivo specifico
Aumentare la capacity building dei formatori e degli agricoltori ad Alito per promuovere lo sviluppo sostenibile nell’agri-business e nel settore agro-forestale.

Il progetto intende quindi promuovere l’uso di nuove conoscenze in ambito agricolo, basate sull’apprendimento e l’utilizzo ragionato di tecnologie semplici e alla portata dei beneficiari, ma efficaci, per incrementare la produttività agricola attraverso il monitoraggio dello stato di salute del suolo, in un’ottica di sostenibilità ambientale e rafforzare tutta la filiera dei prodotti agro-alimentari migliorando la loro conservazione grazie a processi avanzati di stoccaggio e alla possibilità di usufruire di celle refrigerate per mantenere freschi i prodotti, aumentando così le opportunità di vendita sui mercati non solo locali, ma anche a livello nazionale ed internazionale, grazie a uno studio costante e mirato del settore commerciale in ambito agricolo. Sul lungo periodo, si prevede che questo processo possa migliorare sensibilmente le condizioni di vita dei beneficiari, sia diretti che indiretti, grazie alla trasmissione di buone pratiche e di nuove conoscenze sull’uso delle tecnologie in agricoltura.

Azioni

  • Formazione dei formatori di 20 giorni sull’analisi del suolo e delle colture formazione online, workshops, Study Tour, corso sull’uso dei dispositivi satellitari ecc.);
  • Dimostrazioni pratiche per l’analisi SCSAP (Sustainable Climate Smart Agriculture Production);
  • Selezione e formazione di 1 mese per 300 giovani e donne sulla SCSAP;
  • Formazioni peer-to peer: selezione di 25 agenti comunitari tra i giovani e le donne formati per la creazione di 25 gruppi che diano supporto nella disseminazione delle conoscenze;
  • Supporto a giovani e donne formati con uno startup kit per implementare l’uso delle tecnologie adottate;
  • Dimostrazioni pratiche nei mesi di dicembre, gennaio e febbraio sui sistemi di irrigazione, sui prodotti per la semina, la protezione delle piante, l’orticoltura, la pescicoltura e la creazione di vivai;
  • Supporto al centro di Alito nell’adattare e nello sperimentare nuovi metodi di conservazione e trasporto dei prodotti agricoli;
  • Analisi di mercato approfondita grazie all’uso del satellite per la mappatura della disponibilità dei prodotti sui mercati;
  • Avvio di nuove reti di supporto per la conservazione e la vendita dei prodotti sui mercati locali, nazionali e internazionali.

Le attività prevedono quindi che i giovani e le donne usufruiscano di una formazione a cascata da parte dei formatori e i beneficiari a loro volta diventino protagonisti della diffusione delle conoscenze apprese sulle tecniche di produzione, conservazione e vendita dei prodotti. La trasmissione peer-to -peer delle conoscenze, oltre al costante supporto dei formatori e dei partners di progetto garantisce piena sostenibilità al progetto, mentre lo sviluppo della filiera agro-alimentare crea nuove opportunità di sostegno economico.

Team

Lentera Africa è un’azienda agri-tech keniota che fornisce agli agricoltori opportunità di sviluppo attraverso strumenti pratici come l’agricoltura di precisione (supporto alle aziende agricole, cura del suolo e ricerca di parassiti), agricoltura eco-sostenibile e consulenza tecnologica (concime organico, fertilizzante a goccia e a fioritura ecc), inserimento dei prodotti agro-alimentari sul mercato.

Metta Nairobi nasce nel 2015 a supporto degli imprenditori; nel progetto si occupa in particolare di lavorare a stretto contatto con Lentera sull’analisi di mercato, la realizzazione dello studio di fattibilità, la gestione ed il coinvolgimento dei soggetti interessati, la realizzazione di un piano progettuale dettagliato e del piano di monitoraggio e valutazione, compresa la valutazione d’impatto.

Jengalab è un’organizzazione non profit che promuove l’uso di soluzioni tecnologiche e digitali nei progetti a sostegno delle comunità glocali, per sostenere il raggiungimento degli obiettivi sostenibili dell’Agenda 2030. Nel progetto supporta i soggetti partecipanti nell’elaborazione e nella revisione della proposta progettuale.

Coopen

Il progetto è stato selezionato a luglio 2021 nell’ambito del percorso Coopen dedicato all’alimentazione e agricoltura sostenibile. Coopen è un percorso partecipativo promosso da Innovazione per lo Sviluppo, programma di Fondazione Cariplo e Fondazione Compagnia di San Paolo con l’obiettivo di favorire l’innovazione nel settore della cooperazione internazionale allo sviluppo. Coopen si avvale del supporto tecnico di Cariplo Factory, Tiresia, JengaLab ed Effecinque.